03 maggio 2021

Erasmus 2021

E’ stato pubblicato il primo bando del nuovo programma Erasmus+ 2021-2027, che può contare su un budget di 26 miliardi di euro, contro i 14,7 miliardi della programmazione 2014-2020. 
Il bando finanzia diverse tipologie di azioni che vanno dalle mobilità individuali nei settori dell’istruzione e formazione (i ben noti periodi di studio all’estero) ai partenariati per la cooperazione e l’innovazione tra organizzazioni di diversi Paesi. Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. Le priorità del bando 2021 del programma sono l’inclusione, la trasformazione digitale, la transizione ecologica e la partecipazione alla vita democratica. 
Per la presentazione e valutazione delle proposte di progetto si prevede, a seconda dell’azione, una procedura decentrata o centralizzata. Le azioni di Erasmus+ sono infatti distinte in azioni decentralizzate e azioni centralizzate: le prime vengono gestite a livello nazionale dalle Agenzie nazionali dei Paesi partecipanti al programma, le seconde, invece, vengono gestite a livello europeo dall’Agenzia esecutiva per l’istruzione e la cultura. In entrambi i casi, per poter compilare e inviare la candidatura per un Progetto Erasmus+ è necessario seguire una procedura di autenticazione e registrazione che porta a ottenere il codice PIC (participant identification code) da inserire all’interno del formulario per l’invio elettronico della proposta di progetto.
Per ulteriori informazioni si invita a consultare il sito internet https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus