01 ottobre 2018

Il progetto EU-Viormed

Il progetto pilota finanziato all’Ordine Ospedaliero (Provincia Lombardo-Veneta), attraverso dei fondi stanziati dal Parlamento Europeo nel 2017,  e denominato in inglese “EUropean Study on VIOlence Risk and MEntal Disorders” (EU-VIORMED – www.eu-viormed.eu), riguarda lo studio dei comportamenti violenti e dei rischi di suicidio o autolesionismo commessi da pazienti psichiatrici, e si ricollega ai gravi casi di cronaca che hanno scosso l’opinione pubblica europea negli ultimi anni (in primis, il disastro aereo provocato dal pilota della compagnia aerea Germanwings, soggetto a gravi problemi di salute mentale).
Le attività del progetto, iniziate nel novembre dello scorso anno, stanno avanzando attraverso una serie di tappe che hanno portato i partecipanti in primo momento a Vienna - dove hanno illustrato gli obiettivi e i work packages del progetto al 19° Congresso dell’associazione europea di psichiatria – e successivamente in Germania, dove si è svolto un modulo di formazione su un modello di intervista per la raccolta del consenso informato da parte di soggetti autori di comportamenti violenti. Alle attività del progetto, che proseguiranno fino al 2020, si è recentemente affiliata anche l’associazione internazionale dei servizi di psichiatria forense.