31 agosto 2018

Nuovo progetto promosso da Hospitality Europe

L’ufficio europeo dell’Ordine Ospedaliero a Bruxelles – Hospitality Europe – ha appreso con soddisfazione la comunicazione della competente Agenzia del programma “Erasmus plus” dell’Unione Europea di finanziare l’ultima proposta di progetto europeo presentata dall’ufficio gli scorsi mesi e dedicata alla formazione ed inclusione socio-culturale delle persone disabili attraverso le nuove tecnologie di telecomunicazione. Il nuovo progetto finanziato si intitolerà “Apprendere attraverso le tecnologie innovative promuovendo l’uguaglianza” (in inglese, “Learning Through Innovative Technologies Boosting Equality” – acronimo LET IT BE) ed inizierà nei prossimi mesi per concludersi nell’estate del 2020. Con lo stesso si intende proseguire e potenziare il lavoro svolto nel precedente progetto “DESKTOP”, a cui hanno partecipato diversi centri di assistenza a persone disabili dell’Ordine e delle Suore Ospedaliere in Europa e tramite il quale è stata realizzata un’applicazione didattica dedicata a persone con disabilità intellettuale accessibile attraverso tablets e telefoni smartphones. Il nuovo progetto mira ad arricchire i contenuti e l’interattività dell’applicazione mobile e testare dei dispositivi che ne permettano l’utilizzo anche a persone con disabilità fisiche o sordomute. I centri partecipanti saranno i medesimi del precedente progetto con l’aggiunta della Fondazione Istituto San José di Madrid. Verranno comunque realizzati degli eventi a livello nazionale ed europeo per diffondere i risultati del progetto e coinvolgere anche altre strutture assistenziali ed educative per persone disabili nelle Province europee dell’Ordine Ospedaliero.  Il progetto sarà coordinato dalla Fondazione Juan Ciudad di Madrid e verrà sostenuto con un finanziamento europeo di oltre 277.000 Euro. In aggiunta agli strumenti pedagogici di natura digitale, verrà dedicata una particolare attenzione anche ai diritti delle persone disabili mediante l’elaborazione di un protocollo europeo che ne favorisca la promozione e rispetto nel mondo educativo e socio-assistenziale.
 
Il progetto LET IT BE è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. 
L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.